Reclami

Coerentemente con le Disposizioni di Banca di Italia in materia di “Trasparenza”, la Società si è dotata di una struttura dedicata alla gestione dei Reclami, attribuendo la responsabilità di tale struttura all’Ufficio Legale e Societario, collocato in una posizione distinta e gerarchicamente indipendente dalle funzioni di business.

Il nominativo e i dati di contatto del Responsabile Reclami sono comunicati alla Banca d’Italia, nel rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente. L'Ufficio reclami, indipendente rispetto alle funzioni aziendali preposte alla commercializzazione dei servizi offerti, ha come obiettivo la creazione di relazioni basate sulla trasparenza e la correttezza informativa attraverso il confronto con il cliente e la comprensione delle motivazioni alla base di eventuali controversie.

In caso di reclamo il cliente può rivolgersi direttamente all'Istituto Finanziario Europeo, anche per lettera raccomandata A/R, scrivendo a:

Istituto Finanziario Europeo SpA - Ufficio Reclami
Viale Santi Pietro e Paolo
00144 Roma

Oppure inviando una mail all’indirizzo reclami@ifespa.com

Istituto Finanziario Europeo SpA darà riscontro alla comunicazione inviata dal cliente entro 60 giorni dalla ricezione. In caso di mancata risposta al reclamo entro 60 giorni o di insoddisfazione in relazione al riscontro ricevuto, prima di rivolgersi all'autorità giudiziaria, il Cliente può presentare un ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario, nella sede più vicina alla propria residenza.

Per sapere come rivolgersi all’Arbitro Bancario Finanziario è possibile consultare il sito www.arbitratobancariofinanziario.it, chiedere informazioni presso le filiali della Banca d’Italia o alla IFE.

In caso di controversie, prima di ricorrere all’autorità giudiziaria, è obbligatorio esperire un tentativo di conciliazione secondo quanto previsto dall'art. 4 D.Lgs. n. 28 del 4 marzo n. 2010. A tal fine l’organismo di mediazione prescelto dalla IFE è il Conciliatore Bancario Finanziario.

Per sapere come rivolgersi al Conciliatore si può consultare il sito www.conciliatorebancario.it. Tuttavia, è possibile per le parti concordare di rivolgersi ad un organismo di mediazione diverso dal Conciliatore Bancario Finanziario, purché iscritto nell’apposito registro del Ministero della Giustizia. Il Cliente, in ogni caso, potrà anche ricorrere all’Arbitro Bancario Finanziario nel rispetto della relativa disciplina.

Documento allegato
Allegato Dimensione
Guida Arbitro Bancario Finanziario11.97 MB 11.97 MB
Modulo Ricorso ABF417.67 KB 417.67 KB